La scuola che verrà non vale la pena

Noi del Partito Operaio e Popolare ci opponiamo alla sperimentazione del progetto “La scuola che verrà”. Siamo coscienti che un ripensamento strutturale della scuola dell’obbligo sia necessario, in modo da poter creare una scuola più inclusiva che insegni agli allievi a porsi in modo critico verso le problematiche della nostra società, ma riteniamo che questa…

Un atto di coraggio mancato

Con la riforma “La scuola che verrà”, il Ticino ha aperto un cantiere pedagogico e didattico di rinnovamento nella programmazione del curricolo scolastico obbligatorio. Molto è stato detto e numerose osservazioni e critiche sono state mosse attorno a questo progetto. Il Dipartimento ha saputo cogliere le considerazioni, analizzare le contrarietà. Il documento aggiornato risulta pertanto…