PSdL Interpellanza – Bagni di sangue a Gaza

La repressione da parte dell’esercito israeliano delle manifestazioni che si sono svolte ad aprile e maggio presso la frontiera tra Israele e Gaza ha causato la morte di più di 120 persone, tutte palestinesi.

Va sottolineato che tutte le vittime di questa dura repressione sono state uccise da tiratori scelti dell’esercito israeliano mentre si trovavano nel territorio della Striscia di Gaza, a oltre 50 metri dalla frontiera. Secondo de Villepin, ex primo ministro ed ex ministro degli affari esteri della Repubblica francese, adulti, adolescenti e bambini sono rimasti vittime di questo massacro.

L’ONG Reporter senza frontiere ha annunciato di aver investito la Corte penale internazionale della questione dei crimini di guerra perpetrati dall’esercito israeliano contro i giornalisti palestinesi. Nella sua istanza Reporter senza frontiere menziona che, in occasione delle manifestazioni organizzate per la “Marcia del Ritorno”, i tiratori scelti israeliani hanno sparato deliberatamente su una ventina di giornalisti palestinesi che si trovavano nel territorio di Gaza.

La Svizzera ha condannato l’uso della forza da parte di Israele nella Striscia di Gaza e ha ricordato la necessità di un’inchiesta indipendente; tuttavia tale presa di posizione è a nostro parere assolutamente insufficiente davanti a tali violenze.

Il Consiglio federale ha intenzione di:

1. sospendere tutte le collaborazioni tra l’Esercito svizzero e l’esercito israeliano fino a quando non sarà noto l’esito dell’inchiesta indipendente?

2. Sospendere tutti gli acquisti di armamenti prodotti in Israele o prodotti da un’azienda israeliana?

3. Negli ultimi anni il DDPS ha effettuato circa 25 viaggi l’anno in Israele. Il Consiglio federale ritiene che sia opportuno mantenere una collaborazione così intensa anche quando l’esercito israeliano è unanimemente condannato e si trova confrontato con un’ondata di disapprovazione internazionale?

4. Il Consiglio federale non ritiene che sia ora di riconoscere uno Stato palestinese come d’altronde lo hanno già fatto 135 Paesi?

De La Reussille Denis, interpellanza depositata al Consiglio Nazionale il 4 giugno 2018

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
28 − 16 =