Condanniamo l’attacco della Nato conto la Siria

Contro la guerra e l’imperialismo !

Il Partito Svizzero del Lavoro – Partito Operaio e Popolare (PsdL-POP) è inorridito dagli attacchi missilistici contro obiettivi siriani che si sono svolti nella notte tra il 13 e il 14 aprile, lanciati dalle potenze della NATO, Stati Uniti, Gran Bretagna e Francia e li condanna senza riserve. Un tale attacco alla sovranità siriana e l’impennata esterna del conflitto che ne consegue, con l’obiettivo di destabilizzare l’intero Medio Oriente nel lungo periodo, colpisce tutti gli abitanti della regione e mette in pericolo la pace nel mondo.

Il bombardamento della Siria, , illegale secondo il diritto internazionale, avrebbe dovuto essere una risposta a un presunto uso di armi chimiche da parte del governo siriano nella città di Duma. Tale uso delle armi, che è stato immediatamente smentito dal governo siriano, fino ad oggi non è stato confermato. Un’indagine dell’Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche (OPCW) è stata annunciata e approvata dal governo siriano. Pertanto, le rappresaglie da parte delle potenze della NATO sono state condotte senza giustificazione alcuna.

Il PSdL-POP sottolinea ancora una volta che i bombardamenti non creano pace e sono diretti interamente contro la popolazione civile. La Siria, che ha vissuto sette anni di guerra fomentata dall’esterno con mezzo milione di vittime, necessita di una conclusione politica del conflitto. Il PSdL-POP sostiene un’indagine indipendente delle parti in conflitto sul presunto attacco chimico e chiede che l’inaccettabile intervento imperialista da parte delle potenze della NATO contro un territorio di uno Stato sovrano non venga ripetuto. Il PSdL-POP invita a mobilitarsi contro la guerra, l’imperialismo e la pace.

Comitato Direttore PSdL

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
19 − 15 =