Salario minimo? Solo con dignità!

Con il salario minimo a 18.75 franchi all’ora, il Governo prova a salvare la faccia, immediatamente dopo il Dibattito generale in Gran Consiglio ottenuto dal compagno Pronzini a proposito del grave scandalo Argo 1 che coninvolge Dss, Dfe, Di.

Si tratta invece di un regalo di Natale avvelenato per i lavoratori e le lavoratrici, perché numerosi posti di lavoro saranno ancora accessibili solo a frontalieri e a lavoratori e lavoratrici legalmente poveri. Questo salario aiuterebbe 10’000 persone a guadagnare di più e a ricevere meno sussidi, ma non toglierebbe nessuno dalla povertà. Per di più lo Stato continua a finanziare le casse malati indirettamente attraverso i sussidi, perché nel salario minimo il governo propone di non considerare nemmeno il costo della cassa malati.

Il Pop-PSdL mantiene la rivendicazione lanciata pochi anni fa di 22.- all’ora, perché il salario minimo deve servire a ridare potere d’acquisto alla classe dei lavoratori e delle lavoratrici, non a renderli un po’ meno indigenti. Ribadiamo inoltre che tale conquista sarebbe un forte miglioramento delle condizioni quadro della lotta di classe e che nello stato di crisi in cui versa l’economia ticinese l’introduzione di un salario minimo adeguato anche da un profilo dell’applicazione deve farsi nel più breve tempo possibile.

Fa bene Unia a chiedere di più, anche Verdi, MpS e PC e probabilmente il PS a sinistra si accodano nel minacciare il referendum. Noi rilanciamo, va bene il referendum se durante i dibattiti parlamentari il salario minimo non aumenterà, ma adesso scendiamo in piazza per far capire al Governo che siamo stufi delle prese in giro. Per Albertoni, Modenini, Regazzi e compagnia il referendum è la miglior cosa, prendono tempo, per noi invece deve essere l’ultima ratio, organizziamo una contestazione di piazza e una campagna contro gli accordi sottobanco tra Governo ed “economia” prima che la frittata sia fatta.

Vi invitiamo quindi a partecipare a un incontro interlocutorio, per valutare tutti assieme l’opportunità di una grande manifestazione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 − 12 =