Prev2020. Presa di posizione del Comitato Direttore del Partito Svizzero del Lavoro.

Il Comitato direttore del Partito Svizzero del lavoro-POP, riunitosi a Berna il 25 marzo 2017, conferma l’impegno del partito nel referendum contro la riforma della previdenza vecchiaia 2020. Il PSdL-POP è impegnato fin della sua fondazione nella lotta per le pensioni popolari. È stato il primo partito ad esprimere la propria opposizione alla riforma delle pensioni previdenza vecchiaia 2020, già nel momento in cui il progetto è stato messo in consultazione. L’aumento dell’età di pensionamento delle donne, la diminuzione del tasso di conversione, la flessibilizazione dell’età di pensionamento sono delle misure anti-sociali che sono prese contro gli interessi delle lavoratrici e dei lavoratori di questo paese e in favore delle casse pensioni.

Il PsdL-POP condanna fortemente il voto del proprio consigliere nazionale Denis de la Reussille sulla riforma previdenza vecchiaia 2020 e ne prende le distanze. Se Denis de la Reussille si è effettivamente opposto al progetto di legge previdenza vecchiaia 2020, ha accettato l’ordinanza federale sul finanziamento aggiuntivo dell’AVS con l’IVA, mentre una sua opposizione avrebbe significato l’affossamento del progetto. La sua posizione e il suo voto non scalfiscono la determinazione del PSdL-POP a combattere questa riforma.

Lo smantellamento sociale si combatte non si negozia. Noi ci opponiamo alla logica del compromesso e del male minore che porta a giustificare i tagli nel sociale.

Il Comitato Direttore del PSdL-POP

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *