Indicazioni di voto del POP/PSdL per le votazioni del 12 febbraio 2017

No alla RII III, Sì alla naturalizzazione agevolata degli stranieri di terza generazione.

La Svizzera voterà il 12 febbraio per la terza riforma delle imprese (RII III). Sono in gioco più di 4 miliardi di entrate fiscali. Uno sguardo nel passato recente ci mostra il legame diretto che c’è tra i regali fiscali alle aziende e lo smantellamento nel sociale. La RII II era stata accettata con poco scarto nel 2008. Anche in questo caso “l’alleggerimento” fiscale per le aziende ammontava a diversi migliaia di franchi. Questi “regali “ sono stati finanziati tra l’altro con la revisione dell’assicurazione contro la disoccupazione nel 2010, che ha generato delle “economie” o, in altri termini, delle diminuzioni di prestazioni per 600 milioni di franchi.

Questo scenario si riprodurrà nel caso dell’accettazione il 12 febbraio della riforma RI III. Pensiamo alla revisione dell’AVS in corso d’opera!Saranno soprattutto i cantoni e i comuni ad essere toccati dalle massicce perdite fiscali causate dalla RII III. Così non ci meraviglia che dei “pacchetti di risparmi” sono già stati annunciati oppure già decisi dai vari parlamenti e che finiranno sul gobbo della popolazione. Il POP/PSdL combatte già dall’inizio questa riforma e chiama a mobilizzarci attivamente nella campagna per questa votazione e votare NO alla RII III !

Il decreto federale concernente la naturalizzazione agevolata della terza generazione di stranieri è un altro argomento in votazione. Questo vuol dire che anche i nonni di questi “stranieri” sono emigrati in Svizzera: Per il POP/PSdL è vergognoso che dei partiti populisti di destra come l’UDC combattono questa naturalizzazione agevolata. Questa loro reazione non ci meraviglia, perché le posizioni razziste e xenofobe di questo partito sono conosciute da molto tempo. Il POP/PSdL vi esorta a votare SÌ alla naturalizzazione agevolata degli stranieri di terza generazione !

Per quanto riguarda il fondo per le strade nazionali e il traffico d’agglomerato (FOSTRA), il POP/PSdL ha deciso per la libertà di voto.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *