Approfondiamo il sostegno al referendum contro i regali ai ricchi

La crisi strutturale che è in corso da oltre un decennio ha colpito nel vivo i ceti medi, i quali, impoveriti e atterriti, hanno revocato il mandato alla grande borghesia imprenditoriale e finanziaria ma anche a quella culturale, accademica e mediatica, e pensano di poter fare da sé. Individuando un capro espiatorio nei movimenti migratori…

Basta con le politiche fiscali neo-liberiste!

PERCHE’ FIRMARE IL REFERENDUM Perché non si può continuamente proporre sgravi delle imposte sul capitale e sulla sostanza alle imprese e a coloro che sono i più ricchi del Paese. Questi ricevono un regalo di 52,5 milioni di franchi che vengono a mancare nelle casse del Cantone e dei Comuni. Perché siamo stufe e stufe…

La Posta è un servizio pubblico, non una multinazionale.

La scorsa settimana, a distanza di pochi mesi dal rifiuto dell’iniziativa per i servizi pubblici, la Posta ha annunciato la soppressione di 600 uffici posali entro il 2020. Rispetto ai 1.400 attuali, si tratta di quasi la metà. Si ricorda che nel 2001 esistevano ancora 3.500 uffici postali in tutta la Svizzera. Oggi, già 800.000…

La lobby dell’asfalto non ci sta!

Il 28 febbraio 2016 le cittadine e i cittadini svizzeri voteranno se raddoppiare o no, per il suo risanamento, la galleria autostradale del Gottardo. Ancora una volta gli interessi in gioco superano le reali ragioni del motivo della votazione. La lobby dell’asfalto non ci sta a lasciare nelle mani della ferrovia la maggior parte degli…

Basta dittatura del capitale! Potere popolare!

La segreteria. Contro la crisi, vogliamo investimenti pubblici per l‘occupazione. Solo se lo Stato crea posti di lavoro attraverso aziende di proprietà collettiva, invertendo i principi fondamentali del sistema svizzero, è possibile offrire un‘occupazione di qualità, sicura e dignitosa. L‘attuale modello di sviluppo è superato e il benessere della popolazione in pericolo. I problemi del…