Israel Day a Lugano, noi saremo al presidio in solidarietà al popolo palestinese

Anche quest’anno, il 26 maggio, andrà in scena il vergognoso sipario del “Swiss Israel day” al Palazzo dei congressi Lugano.

Numerose personalità politiche ed economiche svizzere brinderanno con i rappresentati dello stato criminale di Israele, senza nessuna vergogna. Cercheremo di fargliene provare almeno un po’.

Quest’anno sarà presente addirittura il consigliere federale Udc Guy Parmelin, perché il sionismo per l’estrema destra nostrana va trattato con i guanti. D’altra parte l’Udc, attraverso il padrone della Medacta Siccardi (conosciuto per sostenere le politiche prima i nostri e impiegare quasi solo frontalieri) è sponsor dell’evento.

Il Partito operaio e popolare e il Collettivo Scintilla invitano le persone che lottano per la pace, i diritti umani e il rispetto del diritto internazionale a mobilitarsi contro la nauseabonda collaborazione tra Svizzera e Israele. L’appuntamento è sabato 26 maggio al Palazzo dei congressi alle ore 17.00.

Israele arresta brutalmente i bambini palestinesi strappandoli dalle braccia dei loro genitori o andandoli a cercare sui banchi di scuola e poi li imprigiona in campi di concentramento.

Israele bombarda le città palestinesi con sistemi missilistici estremamente potenti, capaci di radere al suolo un edificio o di bruciare col fosforo bianco centinaia di persone con un colpo solo.

Bisogna mobilitarsi per esprimere la nostra solidarietà internazionalista, sostenendo le rivendicazioni del popolo palestinese:

Chiediamo di porre fine all’occupazione israeliana di tutte le terre palestinesi e arabe e l’istituzione dello Stato indipendente palestinese ai confini del 4 giugno 1967, con Gerusalemme Est come capitale, oltre ad attuare una soluzione giusta per la questione dei rifugiati in conformità con la risoluzione 194 dell’ONU.

Chiediamo la fine immediata dell’assedio criminale a Gaza e il massacro israeliano contro i manifestanti civili.

Chiediamo l’immediato smantellamento di tutti gli insediamenti illegali israeliani e del Muro dell’apartheid nei Territori palestinesi occupati.

Condanniamo le continue politiche razziste e oppressive di Israele contro i cittadini arabi palestinesi in Israele.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
9 + 22 =