Una tredicesima per tutte e tutti!

Il nostro Consigliere nazionale Denis de la Reussille ha depositato un interpellanza all’ultimo Consiglio Nazionale per esigere che tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori in Svizzera possano finalmente percepire una tredicesima.

Ecco il testo:

Malgrado l’esistenza di contratti collettivi in diversi settori professionali, esistono ancora troppe attività professionali che non beneficiano della tredicesima. Mentre, per esempio, le nostre amministrazioni comunali, cantonali e federali subappaltano la pulizia degli edifici dell’amministrazione pubblica a delle aziende private, le lavoratrici e i lavoratori di queste ditte non ricevono la tredicesima. L’esperienza e la realtà ci mostrano che di fronte a queste situazioni di stallo che rappresentano una chiara ingiustizia per una categoria vulnerabile di lavoratrici e lavoratori spesso non qualificati, l’intervento dello Stato è indispensabile per reindirizzare un torto grave.

Chiediamo dunque al Consiglio federale di rispondere alle seguenti domande:

  1. In vista della situazione che prevale attualmente, assenza di CCL in certi settori professionali, il Consiglio federale non dovrebbe rendere obbligatorio il versamento di una tredicesima a tutte le categorie di lavoratrici e lavoratori?
  2. Con lo scopo di mettere tutte le salariate e i salariati del nostro paese su un piano di parità, l’iscrizione nel Codice delle obbligazioni l’obbligatorietà della tredicesima non permetterebbe di raggiungere un tale obiettivo?
  3. Riguardo a quella minoranza di lavoratrici e lavoratori messi in disparte, il Consiglio federale pensa veramente che lasciare che i partner sociali sistemino questo problema possa essere una soluzione sufficiente per mettere fine a questa ingiustizia?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
30 − 24 =