Il POP Ticino sostiene i referendum lanciati dal sindacato VPOD e dal Partito Socialista

Nell’ambito della revisione  del pacchetto di riequilibrio delle finanze cantonali, il Gran Consiglio ha votato delle misure di risparmio che toccano i ceti popolari. Il POP ha deciso di partecipare alla raccolta firme dei seguenti referendum.

NO AL PEGGIORAMENTO DELLE CURE A DOMICILIO

NO ALLA RIDUZIONE DELLE PRESTAZIONI SOCIALI

NO ALL’INDEBOLIMENTO DELLA GIUSTIZIA

Nei link seguenti potrete scaricare i fogli per la raccolta firme. Le liste anche, se incomplete, sono da ritornare sollecitamente in busta chiusa a Partito Operaio Popolare, c/o Leonardo Schmid, via Fregera 6a, 6600 Locarno, entro il 30 ottobre.

 

referendum-no-al-peggioramento-delle-cure-a-domicilio

referendum-no-alla-riduzione-delle-prestazioni-sociali

referendum-no-allindebolimento-della-giustizia

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Solve : *
27 − 16 =