Indicazioni di voto del POP Ticino per le votazioni del 5 giugno 2016

Votazioni federali.

Iniziativa popolare “A favore del servizio pubblico” : SÌ.
Il servizio pubblico peggiora sempre più le sue prestazioni. La Confederazione e le imprese parastatali (Swisscom, Posta, FFS) non devono mirare a conseguire profitti, devono rinunciare a sovvenzionare trasversalmente altri settori e non devono perseguire interessi fiscali. I manager di tali imprese non possono essere retribuiti più di quelli dell’Amministrazione federale.

Iniziativa popolare “Per un reddito di base incondizionato” : LIBERTÀ DI VOTO.
Da un lato, il reddito di cittadinanza porta umanità alla persona, e non deve essere confuso con il diritto al salario. Dall’altro lato, la distribuzione “a pioggia” non convince, ci si deve battere piuttosto per una riduzione dell’orario di lavoro e per un salario adeguato. La politica di distribuire soldi ha anche lo scopo di far aumentare i consumi.

Iniziativa popolare “Per un equo finanziamento dei trasporti”: NO.
L’intero gettito dell’imposta sugli oli minerali sarebbe convogliato nel settore stradale, facendo mancare alla Confederazione circa 1,5 miliardi di franchi all’anno per i suoi altri compiti. Il risparmio necessario per compensare tale mancanza ricadrebbe su settori fondamentali (trasporti pubblici, formazione e ricerca, ecc.).

Modifica della legge sulla medicina della procreazione (LPAM) : SÌ.
Oggi le coppie portatrici di una grave malattia ereditaria possono far eseguire i test che rivelano l’eventuale presenza della malattia nel nascituro soltanto durante la gravidanza. Se questa viene riscontrata, i futuri genitori sono dunque chiamati a decidere se interrompere o meno la gravidanza. Anche le coppie che non possono avere figli in modo naturale possono far selezionare e impiantare nell’utero materno l’embrione che presenti buone probabilità di svilupparsi, per una gravidanza senza complicazioni.

Modifica della legge sull’asilo : SÌ.
La procedura velocizzata rende indispensabile una consulenza e una rappresentanza legale, la cui gratuità si basa su un principio che ha già dimostrato la sua validità : anche i cittadini svizzeri a determinate condizioni beneficiano del patrocinio gratuito. Ciò vale particolarmente per i richiedenti l’asilo, che di regola non dispongono di risorse finanziarie e non comprendono la nostra lingua.

 

Votazioni cantonali.

Iniziativa popolare “Rafforziamo la scuola media – Per il futuro dei nostri giovani” : SÌ.
Avere meno allievi per classe permette un insegnamento personalizzato e differenziato, con migliori risultati nell’apprendimento. Mense e doposcuola sono servizi indispensabili per affrontare gli odierni bisogni delle famiglie e le cresciute esigenze del mondo del lavoro. Una buona qualità dell’orientamento favorisce un adeguato inserimento nel mondo scolastico e professionale e riduce bocciature e insuccessi, che sono costosi per il giovane, lo Stato e la società.

Modifica della legge sui trasporti pubblici : SÌ.
Si vuole conseguire una diminuzione del traffico stradale motorizzato, riorientando le abitudini in particolare di pendolari e frontalieri e inoltre si assicurano i mezzi per il finanziamento dei servizi di trasporto pubblico nell’intero Cantone.

Modifica della legge sull’Ente Ospedaliero Cantonale : NO.
È un passo pericoloso verso lo smantellamento del servizio pubblico ospedaliero e verso la subordinazione della sanità alle logiche di mercato.

Iniziativa popolare “Giù le mani dagli ospedali” : SÌ.
Non vogliamo la trasformazione degli ospedali pubblici in SA e nemmeno il taglio nell’offerta ospedaliera a Faido e ad Acquarossa (chiusura del Pronto Soccorso e smantellamento del settore acuto).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *