NO all’iniziativa PPD

L’attenzione della politica nei confronti delle famiglie è, in questi ultimi anni, segnata da un susseguirsi di iniziative e proposte con sfumature diverse. Il PPD, attivo in questo campo, propone al nostro voto l’iniziativa “Per il matrimonio e la famiglia – No agli svantaggi delle coppie sposate”.

Voci contrarie si sono espresse già in Parlamento e in particolare sono stati fatti calcoli e valutazioni di perdite fiscali per le casse della Confederazione.

Questa volta possiamo dare fiducia al Dipartimento federale delle finanze e a coloro che affermano che questa iniziativa favorisce unicamente le famiglie benestanti perché le altre famiglie non pagano l’imposta federale diretta. Il mancato introito, inoltre, avrebbe quasi sicuramente come conseguenza ulteriori tagli ai servizi e alle prestazioni sociali: ciò ricadrebbe sulle famiglie che ne hanno bisogno. Una pessima soluzione che rinforza le differenze e quindi un motivo valido per respingere l’iniziativa PPD.

Ma oltre a non rappresentare la soluzione adeguata per eliminare le discrimininazioni tra le coppie sposate e no, questa iniziativa vuole imporre indirettamente il matrimonio come unica forma di essere famiglia. In altre parole, il PPD non riconosce altre modalità di convivenza, di relazioni e di unione. Ciò rappresenta una cecità di fronte alle trasformazioni della società

Lo Stato non può preferire una definizione di famiglia basata su criteri precisi a detrimento di altre definizioni: un altro motivo per votare No all’iniziativa PPD.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *