18’000 edili in piazza per i diritti a Zurigo

La manifestazione nazionale degli operai edili del 23 giugno 2018 è una dimostrazione di forza che impone agli impresari di mettere mano al portafoglio. Nel paese dove la borghesia globale ha scelto di depositare oltre il 30% di tutti i suoi capitali privati in circolazione, vi è conflitto sociale, e si esprime dove lo sfruttamento…

Manifestazione nazionale “tra noi nessuna frontiera”

  Vecchie e nuove guerre continuano a devastare innumerevoli regioni del mondo. L’Europa persiste a reinventare il suo potere coloniale. Nel mondo intero, violenza e povertà spingono milioni di persone a fuggire dalle loro dimore. Le frontiere dell’Europa si spingono sempre più lontano, fino a installarsi in Africa. Il mar mediterraneo si porta con sé…

Il POP è solidale con il Pride.

La nostra lotta per la liberazione dei corpi e per l’autodeterminazione non si basa unicamente su un concetto astratto e generico di solidarietà. Nostri obiettivi sono l’equità di trattamento di tutte e tutti e soprattutto la piena e reale libertà di scelta delle proprie vite e dei propri corpi, il pieno diritto alla salute sessuale.…

PF17 no del PSdL-POP a nuovi regali ai ricchi e aumento dell’età pensionabile

Il Partito Svizzero del Lavoro (PSdL-POP) prende atto della proposizione della Commissione dell’economia e dei tributi del Consiglio degli Stati (CET-S) di congiungere il Progetto Fiscale 17 (PF17) alla riforma dell’AVS. Il Il PSdL-POP rifiuta questa forma di mercanteggiamento politico per le seguenti ragioni: Come per la riforma fiscale delle aziende III (RIE3), il PSdL-POP…

Presidio no Swiss Israel Day

70 anni di Stato di Israele: 70 anni di colonialismo e apartheid! Il 27 maggio al Palazzo dei Congressi di Lugano si svolgerà l’annuale kermesse dello Swiss Israel Day, evento di propaganda pro-israeliana organizzato dall’Associazione Svizzera Israele (ASI) con il supporto della città di Lugano e del Dipartimento degli Affari Esteri della Confederazione, che vedrà…

Iniziativa per la moneta intera: un sì critico

Regolare e imbrigliare l’economia finanziaria imponendo le regole del gioco. Questo è nelle grandi linee lo scopo dell’iniziativa. Essa afferma, e a ragione, che la politica finanziaria deve essere regolata da leggi che siano nell’interesse del Paese. Devono essere in particolare sorvegliate la correttezza e le condizioni contrattuali di chi offre servizi finanziari, la necessità…