La terra è di nessuno, i frutti son di tutti. Stefano Moretti sostiene l’iniziativa per la sovranità alimentare

Se il cinipide del castagno avesse colpito i nostri boschi, neanche un qualche decennio fa al sud delle Alpi avrebbe provocato una carestia. Forse, nella nostra società non ci è completamente chiaro il concetto della sovranità alimentare. Certo! negli ultimi 25-30 il mercato del lavoro si è nettamente precarizzato, pure nel nostro paese, in particolarmodo…

Il Consiglio Federale ha paura della trasparenza!

Il 29 agosto il Consiglio Federale ha annunciato che rigettava l’iniziativa popolare per una maggiore trasparenza nel finanziamento della politica (iniziativa trasparenza). Ricordiamo che l’iniziativa esige che i partiti o comitati rendano pubblici i loro finanziamenti. Se venisse accettata i doni anonimi importanti sarebbero proibiti e i partiti dovrebbero trasmettere alla Cancelleria federale i loro…

Attivismo femminista. In Ticino si prepara lo sciopero generale e la manifestazione del 22 settembre si avvicina.

Ancora oggi il movimento femminista lotta per PARITA` DIGNITA` LIBERTA` PARITA` Le donne sanno che la parità non è raggiunta in tutte le sfumature della loro vita.Il mondo del lavoro le discrimina nel salario, abbassandolo in particolare là nei settori prevalentemente femminili. Questa discriminazione rispetto allo stipendio degli uomini permette ai padroni di guadagnare oltre…

La scuola che verrà non vale la pena

Noi del Partito Operaio e Popolare ci opponiamo alla sperimentazione del progetto “La scuola che verrà”. Siamo coscienti che un ripensamento strutturale della scuola dell’obbligo sia necessario, in modo da poter creare una scuola più inclusiva che insegni agli allievi a porsi in modo critico verso le problematiche della nostra società, ma riteniamo che questa…

La sovranità alimentare, una sfida cruciale della nostra epoca.

Magari vi chiederete perché un’associazione che lavora nel sostegno delle persone migranti si mobilita per un’iniziativa sulla politica agricola. La sovranità alimentare è un concetto globale, che concerne l’umanità aldilà delle nostre frontiere e che ingloba un’enormità di aspetti che non si considerano a prima acchito. Comincerei per citare Aminata Dramane Traoré, ex-ministra della Cultura…

Denis De La Reussille sulla sovranità alimentare vota sì. Bisogna ripensare la filiera alimentare

L’iniziativa popolare “Per la sovranità alimentare. L’agricoltura ci concerne tutte e tutti” è stata depositata il 30 marzo 2016, munita di circa 107000 firme valide. Il Partito Svizzero del Lavoro – Partito Operaio e Popolare fa parte delle organizzazioni che hanno sostenuto l’iniziativa dall’inizio della raccolta delle firme. Mentre tre aziende agricole scompaiono ogni giorno,…

Appello per l’unità della sinistra, non solo alle elezioni

Appello per l’unità della sinistra, non solo alle elezioni Nelle diatribe che hanno animato le cronache politiche della sinistra nei recenti giorni, noi del Partito Operaio e Popolare (POP), sezione ticinese del Partito Svizzero del Lavoro, riteniamo importante esprimere la nostra chiara posizione a favore dell’unità della sinistra e del movimento popolare contro il capitalismo.…

1 Agosto senza frontiere

All’irresponsabilità di chi vuole e costruisce muri alle frontiere contrapponiamo il nostro essere aperti e solidali, accoglienti e generosi, ospitali verso chi fugge dalle guerre e dalla miseria in cerca di una vita piena di dignità e rispetto. Questo primo d’agosto senza frontiere si pone come obiettivo un momento in cui evidenziare quelli che per…

Lettera aperta degli esuli colombiani in Svizzera

Il Partito Operaio e Popolare riceve e pubblica volentieri la presa di posizione della comunità Colombiana in Svizzera, preoccupata per la pace nel proprio paese. Onorevoli, Alain Berset – Presidente della Confederazione Svizzera – Capo del Dipartimento Federale dell’Interno (DFI) Ignazio Cassis – Capo del Dipartimento Federale degli Affari Esteri (DFAE) Egregi Signori, In qualità…

Sciopero dei lavoratori e delle lavoratrici di Tamedia

Sciopero presso i giornali di Assimedia in seguito all’annuncio della chiusura del giornale Le Matin in forma cartacea e ai relativi prospettati licenziamenti. Il PsdL/POP manifesta il suo sostegno alla differenziazione della stampa romanda. Non dobbiamo permettere che i grandi gruppi editoriali rovinino la stampa, dirigendo e imponendo le proprie decisioni dalla sede sociale, all’altro…